21 La Strategia Migliore Per Promozione Spotify


Più di qualsiasi altra piattaforma di streaming musicale, Spotify ha trasformato il modo in cui la musica viene ascoltata, scoperta, promossa e persino prodotta. E’ per questo che a musicisti di ogni genere e livello conviene sapere come utilizzare al meglio Spotify.

In questa guida ti parleremo dei modi per promuovere la tua musica, ottimizzare il tuo profilo artista, far crescere il tuo pubblico e comprenderlo e infine ti spiegheremo anche come guadagnare con Spotify. Ovviamente non c’è niente di meglio della dedizione che ci metti nel tuo lavoro da musicista, ma seguendo alcuni passaggi importanti puoi aiutare la tua musica a trovare il pubblico e il successo che merita.

Per prima cosa, prenderemo in esame strumenti e suggerimenti per promuovere sia le tue uscite che il tuo profilo artista utilizzando gli strumenti integrati di Spotify e anche i modi per farlo sui social media e altrove.

Successivamente, daremo un’occhiata dietro le quinte di Spotify per aiutarti a capire come funziona la piattaforma e come puoi usarla per far crescere il tuo pubblico attraverso varie statistiche importanti: riproduzioni, follower e ascoltatori mensili.

Infine, ti spiegheremo come si guadagna tramite Spotify. Vedremo che non si tratta solo di essere pagati per gli stream, ma si può utilizzare la piattaforma anche per guadagnare nel mondo reale.

Spotify Promotion

Come promuovere le tue uscite e il tuo profilo artista

Quando si tratta di costruire un’efficace strategia di pubblicazione e di far crescere i tuoi follower, è importante ricordare che il numero di stream non è tutto! I dati riguardo a follower, ascoltatori mensili e stream sono ovviamente molto importanti, ma non bisogna tener conto solo di questo. Sia che tu stia cercando di migliorare il tuo profilo artista o di promuovere una prossima uscita, ci sono molti altri fattori da considerare.

Come molte delle piattaforme online che utilizziamo ogni giorno, Spotify si basa su un algoritmo per determinare cosa mostrare agli utenti ogni volta che aprono l’app. L’algoritmo cerca semplicemente di servire agli utenti ciò che pensa che vogliano. Come possono allora musicisti indipendenti sperare di competere con le major e le superstar pop?

La risposta è una sola: “engagement”.

Leggi anche; Come ottenere follower su Spotify

Engagement

Il coinvolgimento attivo dei tuoi utenti con le tue tracce dice all’algoritmo che si tratta di qualcosa che le persone vogliono sentire. Ogni volta che un utente salva, include in una playlist o condivide un tuo brano o album, questo conta come “engagement”, a differenza di un’attività più “passiva” come la semplice riproduzione. Anche quando un utente ascolta una traccia e decide di seguirti si parla di “engagement”.

Questa corrispondenza tra “playcount” (conteggio delle riproduzioni) e “engagement” (coinvolgimento attivo) si ha anche ogni volta che si guarda un video su YouTube. Un video potrebbe anche avere un milione di riproduzioni, ma se nessuno lo commenta, condivide, mette in playlist o mette “mi piace” (o anche “non mi piace”!), a parità di riproduzioni l’algoritmo di YouTube non lo considererà altrettanto favorevolmente di un video simile con un tasso di coinvolgimento più alto. Chiedi pure a qualsiasi YouTuber e ti risponderà che la cosa più importante è proprio il “tasso di coinvolgimento“.

Per Spotify vale la stessa regola: se le tue tracce stimolano le persone a sufficienza da interagirci in qualche modo, sarai ricompensato con più attenzione. Qui non stiamo parlando della musica in sé, anche se naturalmente c’è da impegnarsi anche in questo! Stiamo piuttosto dicendo che la tua musica e il tuo “personaggio” online devono essere il più coinvolgenti possibile, su Spotify e non solo.

In questa sezione, esamineremo quindi alcuni modi in cui puoi aumentare il coinvolgimento utilizzando le funzionalità integrate di Spotify e come utilizzare tali funzionalità per connettere efficacemente il tuo materiale ai tuoi canali social.

Nota a margine: per ulteriori informazioni sulle strategie di pubblicazione, dai un’occhiata a questo nostro articolo di approfondimento. Su Jasaseobe offriamo diversi pacchetti di pubblicazione, proprio gli stessi usati dai nostri Artist & Label Relations Manager ogni giorno quando parlano con artisti affermati ed etichette discografiche.

Promuovere la tua musica su Spotify

Quindi vediamo un po’ come promuovere le tue uscite e il tuo profilo artista all’interno di Spotify stesso.

Questi suggerimenti valgono sia che tu sia un artista affermato con un grande seguito sia che stai pubblicando il tuo primo disco su Spotify. Come abbiamo già detto la cosa fondamentale è l’engagement, quindi il nostro obiettivo è capire come entusiasmare il tuo pubblico attraverso le tue uscite e allo stesso tempo lasciargli la curiosità di saperne di più su di te.8

Buy Instagram Verified

Spotify Canvas

Spotify Canvas è un modo per rendere più vive le tue uscite e far salire l’engagement del tuo profilo artista. Spotify Canvas sono brevi video in loop che vengono riprodotti in background mentre un utente ascolta i tuoi brani (funziona solo con app per dispositivi mobili). Come dice stesso Spotify: “Una copertina per l’era digitale”.

Puoi caricare video MP4 di 3-8 secondi che si riproducono in loop o un fermo immagine JPEG. Ancora meglio puoi aggiungere un video o un’immagine diversa per ogni singola traccia, e non una cosa sola per tutto l’album.

Dato che questi video sono progettati per l’app mobile, devono essere in 9:16 (le proporzioni delle storie Instagram o dei video di TikTok), e inoltre non dovrebbe essere materiale d’archivio. Spotify dichiara che i Canvas ben fatti possono aumentare enormemente le condivisioni di tracce, l’inclusione in playlist e le visite al profilo, quindi vale la pena consultare un videomaker professionale per ottenere il massimo da questo strumento. Anche una piattaforma per la creazione di video online come Jasaseobe SMM Panel può essere un buon punto di partenza.

Pre-Save Spotify

pre saved spotify

Strumento potente da utilizzare prima ancora che la tua musica venga pubblicata, la funzione Pre-Save di Spotify è l’equivalente digitale del preordinare un album fisico. Quando un utente di Spotify salva dei contenuti prima ancora che vengano pubblicati, al momento dell’uscita questi vengono immediatamente aggiunti ai brani o agli album salvati dall’utente. Questo non solo è un ottimo modo per creare interesse, ma aiuta anche ad alimentare l’algoritmo. Una volta che l’uscita sarà on-line, il pre-save si trasformerà automaticamente in un preferito, mostrando così che le persone sono interessate alla tua musica.

Qui a Jasaseobe, utilizziamo la pagina “‘Save-It’ now!”. Puoi ottenerlo andando nella sezione “Servizi” del tuo account Jasaseobe.

La funzione per la creazione di Promo Cards di Spotify ti consente di creare rapidamente un’immagine personalizzata per il tuo profilo artista, un album o un brano, che può quindi essere condivisa direttamente sui tuoi canali social. Un ulteriore vantaggio è che puoi scegliere formati di immagine che corrispondono perfettamente alle diverse piattaforme social. Ad esempio, potresti creare una Promo Card quadrata da condividere su Instagram, quindi ripetere rapidamente il processo creando un’immagine orizzontale che funzioni per un post di Facebook. Inoltre la cosa comoda è che puoi scaricare l’immagine per utilizzarla dove vuoi.

Puoi pensare allo strumento Carte promozionali come a un graphic designer a portata di mano per personalizzare il modo in cui condividi il tuo materiale da Spotify. Le opzioni grafiche sono piuttosto limitate, ma se hai l’abitudine di pubblicare regolarmente i tuoi contenuti Spotify (cosa che ti consigliamo vivamente di fare), questo strumento è un ottimo modo per mantenere fresco il tuo materiale visivo.

Spotify Advertising

Poiché Spotify ospita spot pubblicitari allo stesso modo delle stazioni radio tradizionali, puoi promuovere una nuova uscita grazie a uno spot che va in onda proprio su Spotify. Fortunatamente è la stessa Spotify a metterti a disposizione uno strumento integrato per la creazione di annunci chiamato Ad Studio che ti offre tutto quello che ti serve senza bisogno di cercare oltre.

Ad Studio ti consente di scegliere tra annunci audio, video e podcast, nonché “esperienze personalizzate” come “playlist sponsorizzate” e “annunci in home page” che vengono gestiti appositamente con il team pubblicitario di Spotify.

Come la maggior parte delle piattaforme pubblicitarie digitali, Spotify ti consente di scegliere dove visualizzare l’annuncio e a quale tipo di utente verrà rivolto (il cosiddetto “targeting”). Si parte da 250 dollari ad annuncio, il costo totale dipende poi dalla posizione, dal target, dalla durata della campagna e dalla domanda di altri inserzionisti.

Promuovere la tua musica sui social media

Più follower hai sui tuoi canali social, più persone potrai indirizzare sul tuo profilo Spotify. Un gioco da ragazzi. Proprio come tutti gli artisti dell’era moderna, anche i musicisti possono prosperare lavorando duramente sui propri canali social per crearsi un seguito e trasformare quindi i propri fan in follower su Spotify.

Puoi creare ottimi contenuti social in qualunque modo, per esempio puoi trasmettere uno streaming live di una jam session, caricare un’anteprima video del tuo nuovo progetto nella tua DAW, oppure presentare un videoclip o quello che ti pare. Non possiamo dirti dettagliatamente come creare buoni contenuti social per la tua musica, ma possiamo comunque darti qualche consiglio su come utilizzare al meglio Spotify e i tuoi canali social.

Abbiamo creato un servizio di pre-save dedicato per aiutarti a coinvolgere i tuoi fan e aiutarli ad ascoltare e salvare la tua musica. Puoi trovare questo servizio nella tua dashboard di Jasaseobe.

Usa Spotify per “condividere” la tua musica

Che si tratti di una nuova uscita, di un episodio podcast, di una playlist o del tuo profilo artista, è sempre consigliabile utilizzare Spotify per condividere direttamente le tue cose sui tuoi canali social. La funzione di condivisione integrata si trova nel menu accanto a ogni traccia, album, playlist, podcast o pagina artista. Nella sua forma più semplice la funzione di condivisione ti fornisce un link da condividere tramite Whatsapp o e-mail e fornisce anche un codice di incorporamento da aggiungere a qualsiasi sito web. Ma c’è molto di più.

La condivisione da Spotify è più efficace quando la si utilizza per collegare il contenuto direttamente alle app di social media come Facebook, Instagram e TikTok e, come vedrai dal menu, a qualsiasi altra app che hai sul tuo dispositivo che consente la condivisione.

La funzione di condivisione utilizzata in questo modo è più efficace perché garantisce la migliore esperienza di condivisione sul tuo canale social preferito. Vuoi creare una storia Instagram per la tua nuova uscita? Basta cliccare sul menu di condivisione. O magari vuoi fare un post su Facebook o un nuovo video su TikTok? Utilizzare le opzioni di condivisione integrate significa che stai condividendo la tua musica nel modo in cui Spotify vuole che sia condivisa e ne vedrai rapidamente i vantaggi.

Scopri di più sulla condivisione direttamente da Spotify leggendo il loro post sul blog ufficiale.

Come far crescere il tuo pubblico su Spotify

Abbiamo parlato dell’importanza dell’engagement con il tuo pubblico e dell’essere sicuri che la tua musica abbia la migliore reach possibile all’interno di Spotify e non solo. In definitiva, tuttavia, l’obiettivo deve essere quello di far crescere il tuo pubblico e trovare modi per far crescere stream, follower e ascoltatori mensili.

Questo fondamentalmente perché più follower significa più ascolti, ed è così che quello che fai su Spotify si trasforma in entrate. È risaputo che con Spotify si guadagna una piccola somma ogni volta che un brano viene riprodotto.

Ma approfondiremo più avanti la questione delle entrate derivanti dallo streaming. Per adesso ci concentreremo semplicemente su come far crescere il tuo pubblico. Nuovi follower non significa solo più entrate, ma è anche un modo per costruire una fanbase che verrà ai tuoi concerti e acquisterà il tuo merchandising. E più grande è il tuo pubblico, più probabile che attirerai l’attenzione dei curatori di playlist e del potente algoritmo.

Curare in modo efficace il proprio profilo artista

Non dimentichiamo che, al di là di tutto, è sul tuo profilo artista che sarai libero di raccontare la tua storia artistica.

Bisogna tener conto di cose piccole, ma fondamentali: assicurati di avere un’immagine del profilo efficace che si rifaccia alla copertina curata del tuo album, poi una biografia ben scritta è assolutamente fondamentale, così come i collegamenti a tutti i canali social in modo che i fan possano interagire con te anche al di fuori di Spotify.

Scelti dall’Artista

Utilizza la funzione “Scelti dall’artista” che trovi nella parte superiore del tuo profilo, per controllare quale canzone, album o playlist appare appena qualcuno arriva sul tuo profilo. Un posto perfetto per annunciare la tua ultima uscita!

Permettendoti di aggiungere un’immagine personalizzata e qualsiasi contenuto Spotify, questa funzione ti consente di dire qualsiasi cosa, magari puoi mostrare la musica di altri artisti che ti ispirano o annunciare le date del tour, e Spotify mostrerà automaticamente i concerti più vicini alla posizione dell’utente.

Proporsi alle playlist

Come probabilmente già saprai, le playlist sono una delle funzionalità più potenti e affascinanti di Spotify. Spotify offre agli utenti sia playlist create dall’algoritmo che playlist create da curatori, e sono proprio queste ultime a essere molto influenti e a decidere cosa avrà successo, un po’ come accadeva in passato con le classifiche dei singoli.

Spotify offre agli artisti modi per connettersi direttamente con i curatori di playlist tramite Spotify for Artists. Se hai un brano inedito in uscita potrai presentarlo direttamente ai curatori, e questo significa che i curatori potranno anche aggiungerlo al Release Radar di tutti i tuoi follower.

Spotify consiglia di presentare il nuovo materiale almeno una settimana prima dell’uscita e di avere anche alcune informazioni già pronte per l’invio. Per ulteriori informazioni a riguardo, dai un’occhiata agli articoli su come presentare musica ai curatori di playlist e come includere musica sul Release Radar.

Conoscere i tuoi ascoltatori grazie ai dati di analytics

Il tuo profilo Spotify for Artists ti fornisce insights approfonditi sul tuo pubblico. Guardando questi dati, potrai avere informazioni demografiche sui tuoi fan, per esempio la loro età, la posizione, il sesso. Queste analisi ti daranno anche la possibilità di approfondire le cifre che ti riguardano: stream totali, follower, tracce più ascoltate e playlist in cui sei stato incluso. Comprendere questi numeri ti darà una visione straordinaria di ciò che piace di più ai tuoi fan, il che potrebbe tornare utile quando stai lavorando su del nuovo materiale.

Un’altra cosa piuttosto utile è che puoi vedere cos’altro piace ai tuoi fan. Questo può rivelarsi estremamente comodo per “costruire” il tuo pubblico. Come vedremo nella sezione successiva, questi dettagli possono aiutarti a targettizzare un pubblico simile tramite pubblicità a pagamento.

Gated Content

Che cos’è il gated content? Fondamentalmente si tratta di un contenuto che può essere ottenuto solo in cambio di determinate informazioni. Magari potrebbe trattarsi di un brano inedito o live, un remix EP o merchandising gratuito. In cambio di questo contenuto, puoi chiedere ai fan di seguirti o il loro indirizzo email. Dare un incentivo ai tuoi fan li rende più propensi a interagire con te come artista.

Tra i nostri strumenti preferiti per la creazione di una campagna di gated content ci sono: Spotify SMM Panel.

Podcast

Negli ultimi anni, Spotify ha investito molto nei podcast. Non solo ha cercato di ottimizzare l’app in modo da poter ascoltare sia musica che podcast, ma ha anche investito molto nello sviluppo di propri podcast. Secondo Statista, nel 2020 si sono ascoltati più podcast su Spotify che su qualsiasi altra piattaforma.

I podcast ti offrono un modo per raccontare una storia diversa da quella che racconta la tua musica. Molti membri dell’industria musicale stanno già producendo i propri podcast personali